I VESCOVI CINESI

Con questo Blog vogliamo lanciare e sostenere una campagna di preghiere per la Chiesa che è in Cina. La Chiesa voluta da Cristo è basata sul fondamento degli Apostoli. "Con la preghiera si può fare molto di concreto per la Chiesa in Cina" (Papa Benedetto XVI). E' sempre difficile pregare per chi non si conosce: notizie precise e concrete sui Vescovi cinesi ci aiutano a vivere meglio la comunione con loro e a dare loro fiducia. Papa Francesco ha detto che lui stesso ogni mattina prega per tutto l'amato popolo cinese. Ricordiamoci anche come S. Teresa del Bambino Gesù, patrona delle missioni, ha offerto le sue preghiere e la sua vita per i fratelli sparsi nel mondo.
Se, poi, vuoi sapere qualcosa di più sui fratelli cinesi manda una E-Mail a: gigidisacco@gmail.com cercheremo di rispondere alle tue richieste.
HOME     INDICE ALFABETICO    

Scritto da Gigi Di Sacco
il 27 10 2016 alle 18,02

Zhang Xianwang Giuseppe - Jinan - Shandong

Zhang Jinan  Mons.Zhang originario dello Shangdong, nacque da una fervente famiglia cattolica nel 1965. Entrò nel seminario di Shenshan di Shanghai e fu ordinato sacerdote nel 1990. Dopo l’ordinazione insegnò nel seminario Holy Spirit dello Shandong, mentre era anche parroco di Yucheng Hanzhuang e nella Cattedrale del Sacro Cuore di Jinan. Negli anni 1997-1998 studiò teologia pastorale alla Università Cattolica di Lovania in Belgio.

 

    Fu eletto coadiutore della Diocesi di Jinan nel 2002, e fu consacrato vescovo nell’aprile del 2004. Mons. Giacomo Zhao  Ziping e l’altro anziano vescovo ausiliare Mons. Samuele Guo Chuangzhen, prima della morte avvenuta nel 2008, avevano affidato a Mons. Zhang, subito dopo la sua consacrazione a vescovo, la responsabilità dell’amministrazione della diocesi. Il vescovo Zhan fu approvato dalla Santa Sede ed è riconosciuto dal Governo. La lettura della Bolla pontificia fu fatta in latino ed in cinese prima del rito della consacrazione, alla presenza di quattro sacerdoti incaricati di comunicare ai fedeli la nomina pontificia. Questa procedura fu riconosciuta oggettivamente sufficiente, data la particolare situazione, ad esprimere quanto richiesto dalla legislazione e dalla prassi della Chiesa Universale. 

 
 

 

 

 


 

 

Jinan 
 
Le comunità cristiane hanno goduto di grandi figure di missionari e di Ssnore. Un gran numero di cristiani, inoltre, cadde vittima delle ricorrenti persecuzioni, soprattutto grande fu il numero dei martiri nel 1900: dallo Shandong aveva preso l’avvio il movimento dei Boxer. Nella provincia dello Shandong non ha avuto un’ampia diffusione il movimento clandestino.
Nello Shandong nacquero Confucio nel 551 A.C. e Mencio nel 372 A.C.
Jinan nella recente storia della Chiesa, è stata molto importante per l’intero movimento di riforma. Mons. Dong Wenlong, primo illegittimo, fu uno dei due preti scomunicati nominalmente dalla Santa Sede. Da una decina d’anni, però, i Vescovi di Jinan, come anche quelli delle restanti diocesi dello Shandong, sono  in comunione con la Santa Sede.

 La provincia nord-orientale di Shandong, facilmente raggiungibile dal mare e divisa, a ovest, dalle provincie di Hebei e Henan dal corso del grande fiume Huanghe, il Fiume Giallo, ha avuto un notevole sviluppo dal punto di vista ecclesiale. Essa, all’avvento del regime comunista, nel 1949, ebbe una configurazione ecclesiastica assai strutturata. Alla Sede arcivescovile metropolitana di Jinan, facevano capo 8 Diocesi e 2 Prefetture apostoliche. Numerose e compatte anche le comunità cristiane.

La regione ha goduto di grandi figure di Missionari e di Sacerdoti locali, uomini zelanti e innamorati del Signore. Un gran numero di cristiani, inoltre, cadde vittima delle ricorrenti persecuzioni, soprattutto grande fu il numero dei Martiri nel 1900: dallo Shandong aveva preso l’avvio il movimento dei Boxer.
 La relativa vicinanza alla capitale Beijing e alle grandi metropoli di Shanghai e Tianjin, hanno esposto queste circoscrizioni a maggiore attenzione da parte delle Autorità del Partito. Esponenti di primo piano del Movimento di riforma della Chiesa hanno avuto origine da queste Chiese. La Sede di Jinan, che in precedenza era stata onorata dal sangue e dal sudore di martiri, ebbe il dubbio onore di avere uno dei primi Vescovi ordinati senza Mandato Apostolico: Mons. Dong Wenlong, ordinato nel 1958 per la Sede di Jinan appunto, uno dei due ecclesiastici scomunicati nominalmente dalla Santa Sede. Suo successore, Mons. Zong Huaide, è stato per quasi vent’anni leader del movimento patriottico, ha ordinato  45 Vescovi senza Mandato Pontificio, a lungo fedele accolito del signor Liu Bainian. 
                                                                                                                         .
 

 

 
 Shandong

confucio

 

 
 
 
 
 

Archivio blog

Vescovi viventi   (92)


Vescovi defunti   (72)


Interviste   (4)


Elenco Vescovi cinesi   (1)


Diocesi vacanti   (0)


Lettere pastorali   (1)


Omelie   (0)


Discorsi   (0)


Fatti particolari   (5)


Figure particolari di Vescovi   (0)


Parole di Papa Francesco di vescovi cinesi   (0)


Lettera di Papa Benedetto XVI alla Chiesa in Cina   (0)


Notizie di attualità   (0)


Altri elenchi   (0)


I santi martiri della Chiesa in Cina   (1)


Padre Matteo Ricci   (0)


Riflessioni   (3)


Storia dell'Evangelizzazione in Cina   (3)


Notizie della vita delle comunità cattoliche   (0)