I VESCOVI CINESI

Con questo Blog vogliamo lanciare e sostenere una campagna di preghiere per la Chiesa che è in Cina. La Chiesa voluta da Cristo è basata sul fondamento degli Apostoli. "Con la preghiera si può fare molto di concreto per la Chiesa in Cina" (Papa Benedetto XVI). E' sempre difficile pregare per chi non si conosce: notizie precise e concrete sui Vescovi cinesi ci aiutano a vivere meglio la comunione con loro e a dare loro fiducia. Papa Francesco ha detto che lui stesso ogni mattina prega per tutto l'amato popolo cinese. Ricordiamoci anche come S. Teresa del Bambino Gesù, patrona delle missioni, ha offerto le sue preghiere e la sua vita per i fratelli sparsi nel mondo.
Se, poi, vuoi sapere qualcosa di più sui fratelli cinesi manda una E-Mail a: gigidisacco@gmail.com cercheremo di rispondere alle tue richieste.
HOME     INDICE ALFABETICO    

Scritto da Gigi Di Sacco
il 21 10 2016 alle 16,56

Mons. Meng Ziwen Giuseppe di Nanning

 

MengMons. Meng vescovo non ufficiale di Nanning, è stato  il presule più longevo della Cina: morì a 103 anni.

  “Vivendo con gli altri detenuti  potei comprendere le loro sofferenze e, quando era possibile, annunciare loro la Parola di Dio. Senza quegli anni di prigionia non sarei oggi così forte e in buona salute. Tutto quello che ho potuto fare è stato un dono di Dio”.

    Ancora a 100 anni, diceva messa ogni domenica in 3 parrocchie diverse, senza mai risparmiarsi, fino alla fine con una vitalità fuori dal comune.

Un pastore umile e straordinario. 

 


guantiMons. Giuseppe Meng Ziwen, vescovo di Nanning, nella provincia di Guangxi, situata a 2.767 chilometri a sud‑ovest di Pechino morì il 7 gennaio 2007. Il Presule aveva 103 anni, essendo nato il 16 ottobre 1903, ed è stato pertanto il più anziano Vescovo della Chiesa in Cina. Ordinato sacerdote nel 1935, fu consacrato vescovo il 24 marzo 1984. È rimasto sempre lucido di mente e si è spento per cause naturali, legate alla sua veneranda età.

       Lui stesso ha in una lettera, del 2003, lasciò una scheda informativa circa la sua vita: nato in una famiglia cattolica, aveva studiato nel seminario di Nanning, prima di andare all’estero per la filosofia e la teologia. Completati gli studi nel 1935 era tornato in Cina, dove era stato ordinato sacerdote e si era dedicato all’evangelizzazione.

       Nel 1951 fu arrestato e condannato a 20 anni di lavori forzati: fu  messo in libertà nel 1970. “Vivendo con gli altri detenuti ‑ ricordava ‑ potei comprendere le loro sofferenze e, quando era possibile, annunciare loro la Parola di Dio”.

       Dopo la scarcerazione, visse vendendo fertilizzanti e, appena poteva, si dedicava all’evangelizzazione e alla cura pastorale dei fedeli. In seguito alle aperture portate dai primi cambiamenti della politica religiosa, si prodigò per ottenere dal Governo la restituzione delle proprietà della Chiesa.

       In una relazione sul lavoro svolto negli ultimi anni, mons. Meng annotava, con soddisfazione, che erano stati formati una decina di sacerdoti, che un buon numero di ragazze aveva abbracciato la vita consacrata (sono una quarantina le religiose delle due congregazioni diocesane della Sacra Famiglia e della Regina degli Angeli) e che erano state costruite dieci chiese. La comunità cattolica della diocesi di Nanning è più numerosa nelle campagne che nelle città e conta più di 90.000 fedeli.

       Mons. Meng ha sempre accettato con profonda fede e con pace interiore gli avvenimenti della sua vita, senza lamentarsi e continuando ad essere attivo nel suo ministero fino a quando la salute glielo ha permesso.

Ricordando, senza alcun’amarezza né risentimento, i suoi 20 anni di lavori forzati, scriveva: “Non penso di essere stato maltrattato. Ero il medico dei detenuti. Senza quegli anni di prigionia non sarei oggi così forte e in buona salute. Tutto quello che ho potuto fare è stato un dono di Dio” 

 Un “pastore umile e straordinario, che ha dedicato la sua vita alla comunità in cui viveva con un’energia ed una vitalità fuori dal comune”.  Chi lo ha conosciuto personalmente così lo ricorda.   

 

Il  vescovo “era una persona che ancora a 100 anni, diceva messa ogni domenica in 3 parrocchie diverse, senza mai risparmiarsi”. 
 
Nato il 19 marzo del 1903 in una famiglia non-cattolica di Hengling, mons. Meng viene battezzato giovane. A 18 entra in un seminario minore, dove rimane per 8 anni. Da qui si sposta nel seminario maggiore di Penang, in Malaysia, dove studia per 6 anni teologia e filosofia. Nel 1935, viene ordinato sacerdote a Nannig.
Dopo la rivoluzione comunista viene accusato di collaborazionismo con il Kuomintang e, nei primi anni ’50, spedito in un laogai, “campo di riforma tramite il lavoro”, da dove uscì nel 1957. Rilasciato, aprì una clinica sfruttando i suoi studi giovanili di medicina: l’anno dopo, accusato di “curare i nemici della Rivoluzione”, venne arrestato di nuovo. Uscì dal lager nel 1970. 
Negli anni ’80, riesce ad ottenere la restituzione di alcuni beni e proprietà della diocesi.   “Portare Cristo al mondo” rimase lo scopo principale di tutta la sua vita. 
Fu ordinato vescovo nel 1984, ma il regime comunista non ha mai voluto prendere atto della sua nomina. Per evitare problemi alla sua comunità, mons. Meng ha sempre firmato i documenti ufficiali della diocesi come sacerdote: i suoi fedeli, affettuosamente, lo chiamavano lao shenfu , sacerdote più anziano. 
"Ha sempre vissuto con umiltà. Anche non potendo proclamarsi vescovo, ha sempre girato abbastanza liberamente in tutto il Guangxi, che ha delle comunità cristiane piccole e vive in un clima disteso. Lì non vi è mai stato un conflitto acceso contro la Chiesa come in altri luoghi della Cina”. 
Guanti

 guanti

 

 

Archivio blog

Vescovi viventi   (92)


Vescovi defunti   (72)


Interviste   (4)


Elenco Vescovi cinesi   (1)


Diocesi vacanti   (0)


Lettere pastorali   (1)


Omelie   (0)


Discorsi   (0)


Fatti particolari   (5)


Figure particolari di Vescovi   (0)


Parole di Papa Francesco di vescovi cinesi   (0)


Lettera di Papa Benedetto XVI alla Chiesa in Cina   (0)


Notizie di attualità   (0)


Altri elenchi   (0)


I santi martiri della Chiesa in Cina   (1)


Padre Matteo Ricci   (0)


Riflessioni   (3)


Storia dell'Evangelizzazione in Cina   (3)


Notizie della vita delle comunità cattoliche   (0)