I VESCOVI CINESI

Con questo Blog vogliamo lanciare e sostenere una campagna di preghiere per la Chiesa che è in Cina. La Chiesa voluta da Cristo è basata sul fondamento degli Apostoli. "Con la preghiera si può fare molto di concreto per la Chiesa in Cina" (Papa Benedetto XVI). E' sempre difficile pregare per chi non si conosce: notizie precise e concrete sui Vescovi cinesi ci aiutano a vivere meglio la comunione con loro e a dare loro fiducia. Papa Francesco ha detto che lui stesso ogni mattina prega per tutto l'amato popolo cinese. Ricordiamoci anche come S. Teresa del Bambino Gesù, patrona delle missioni, ha offerto le sue preghiere e la sua vita per i fratelli sparsi nel mondo.
Se, poi, vuoi sapere qualcosa di più sui fratelli cinesi manda una E-Mail a: gigidisacco@gmail.com cercheremo di rispondere alle tue richieste.
HOME     INDICE ALFABETICO    

Archivio blog

Vescovi viventi   (92)


Vescovi defunti   (72)


Interviste   (4)


Elenco Vescovi cinesi   (1)


Diocesi vacanti   (0)


Lettere pastorali   (1)


Omelie   (0)


Discorsi   (0)


Fatti particolari   (5)


Figure particolari di Vescovi   (0)


Parole di Papa Francesco di vescovi cinesi   (0)


Lettera di Papa Benedetto XVI alla Chiesa in Cina   (0)


Notizie di attualità   (0)


Altri elenchi   (0)


I santi martiri della Chiesa in Cina   (1)


Padre Matteo Ricci   (0)


Riflessioni   (3)


Storia dell'Evangelizzazione in Cina   (3)


Notizie della vita delle comunità cattoliche   (0)


Scritto da Gigi Di Sacco
il 26 12 2016 alle 20,08

Tang Yuange Giuseppe - Chengdu - Sichuan

ChengduMons. Tang, ha 53 anni, era stato eletto vescovo di Chengdu nel maggio 2014. Nativo del Sichuan, ha studiato nel seminario regionale. Ordinato sacerdote nell’aprile 1991, ha servito sempre nella diocesi di Chengdu.

     La cerimonia è stata presieduta da mons. Fang Xingyao di Linyi (Shandong); gli altri due vescovi co-ordinanti sono stati mons. Luo Xuegang di Yibin e mons. He Zeqing di Wanzhou. Hanno partecipato anche altri tre vescovi: mons. Chen Gongao di Nanchong; mons. Xiao Zejiang di Guizhou e anche mons. Lei Shiyin di Leshan. Tutti questi vescovi sono riconosciuti dal governo cinese. E tutti sono stati approvati dalla Santa Sede, meno mons. Lei. che fu ordinato senza mandato pontificio nel 2011.


chengduLa dichiarazione diffusa dalla Sala Stampa vaticana ha riferito anche che la Santa Sede «comprende e condivide il dolore» provocato tra i cattolici cinesi dalla partecipazione del vescovo Paolo Lei Shiyin, ordinato illegittimamente senza il consenso del Papa, alle recenti liturgie d’ordinazione di due nuovi vescovi cinesi.        Riguardo a vescovo illegittimo citato, ha scritto Vatican Insider, la nota vaticana ha aggiunto anche che «la sua posizione canonica è ancora allo studio della Sede Apostolica, e ha evitato ogni riferimento a pene canoniche provocate dalla sua ordinazione priva di mandato apostolico da parte del Papa. Le espressioni della dichiarazione vaticana su questo punto risultano chiare solo se si tiene conto del dato che Lei Shiyin ha riconosciuto l’errore commesso accettando di essere ordinato vescovo in forma illegittima, e questo ha permesso di avviare il processo per la sua riconciliazione con la Sede Apostolica".
 
sichuanLa Chiesa di Chengdu ha 20 sacerdoti, nove suore e un seminarista, al servizio di una comunità di circa 100mila cattolici.