I VESCOVI CINESI

Con questo Blog vogliamo lanciare e sostenere una campagna di preghiere per la Chiesa che è in Cina. La Chiesa voluta da Cristo è basata sul fondamento degli Apostoli. "Con la preghiera si può fare molto di concreto per la Chiesa in Cina" (Papa Benedetto XVI). E' sempre difficile pregare per chi non si conosce: notizie precise e concrete sui Vescovi cinesi ci aiutano a vivere meglio la comunione con loro e a dare loro fiducia. Papa Francesco ha detto che lui stesso ogni mattina prega per tutto l'amato popolo cinese. Ricordiamoci anche come S. Teresa del Bambino Gesù, patrona delle missioni, ha offerto le sue preghiere e la sua vita per i fratelli sparsi nel mondo.
Se, poi, vuoi sapere qualcosa di più sui fratelli cinesi manda una E-Mail a: gigidisacco@gmail.com cercheremo di rispondere alle tue richieste.
HOME     INDICE ALFABETICO    

Scritto da Gigi Di Sacco
il 03 11 2016 alle 16,25

Lu Xinping Francesco Savio - Nanjing - Jiangsu

LuMons. Lu nacque nel 1963 in Haimen. Fu ordinato sacerdote nel 1989. Il 16 novembre 1999  fu eletto Coadiutore per Nanjing e fu consacrato vescovo coadiutore di Nanjing senza mandato pontificio il 6 gennaio del 2000 a Beijing. Successe a Mons. Liu Yuanren che morì il 20 aprile 2005. In seguito fu riconosciuto dal Vaticano.
Francesco Lu Xinping è originario della Diocesi di Haimen,  nel 1998 trasferito da Haimen a Nanjing, dove divenne il braccio destro di Mons. Liu Yaunren come Segretario Generale di Nanjing. Dopo la sua elezione fatta dal clero della Diocesi nel novembre del 1999, il Rev. Lu cercò più volte di prendere contatto con il Santo Padre per mezzo di diverse persone, per avere l’approvazione della sua ordinazione senza per altro ricevere nessuna risposta se non un vanghe  indicazioni. 
Il 4 gennaio 2000 Mons. LIU Yuanren, suo Ordinario, lo mandò a Beijing, e così seppe che il 6 gennaio 2000 sarebbe avvenuta la sua ordinazione episcopale. Le cose andarono tutte in fretta e non ci fu più tempo di aspettare l’arrivo dell’approvazione pontificia.
 
Mons. Fancesco LU Xinping ha più volte  ha chiesto espressamente perdono per trovare pace nel suo cuore e nel servizio della Chiesa implorava la legittimazione. Ha sempre detto e scritto di essere sempre stato fedele al Santo Padre, alla Chiesa Universale e al suo magistero e di aver, in tutti questi anni, fatto di tutto per instillare tali principi ai sacerdoti, religiosi e fedeli della sua Diocesi. Non ha mai cercato  scuse per la consacrazione illegittima del 6 gennaio 2000 e se ne addossa tutte le responsabilità.

 


Nanjingll Vicariato Apostolico di Nanchino esisteva, con territorio vastissimo, distaccato dalla Diocesi di Macao, fin dal 1660. Nel 1674 Mons. Luo Wenzao , primo vescovo cinese, fu nominato da Papa Clemente XIV vescovo di Nanchino.

Fu elevato a Diocesi con lo stesso nome il 10 aprile 1690 e tornò ad essere Vicariato Apostolico . il 21 gennaio 1856, con il nome di Kiang-nan. Il 1 maggio 1922 prese il nome di Nanking. Fu quindi elevato ad Arcidiocesi Metropolitana l’11 aprile 1946 e Mons. Paolo Yupin, ne fu l’Arcivescovo.

nanjinIl territorio della diocesi copre un area di 75.153 kmq. con una popolazione di più di 56 milioni di abitanti, con la presenza di una cinquantina di gruppi etnici diversi. Gli Han sono il98.56%.
Le parrocchie sono 11 con più di 30 luoghi di culto.
 
La diocesi di Nanchino,  non ha mai avuto una grande importanza sul piano religioso per la vicinanza di Shanghai, ma la sua importanza sul piano politico, come capitale ha sottoposto  la vita della comunità cattolica ad un  capillare controllo da parte delle autorità governative.
 
Attualmente la circoscrizione conta 170.000 cattolici , 23 presbiteri, 40 suore e 37 seminaristi
 L’interferenza  dei nuovi organismi di Partito ha fatto si che, dal 1958, l’ufficio episcopale sia stato occupato in successione da Vescovi illegittimi.  Il primo vescovo illegittimo, dopo Mons. Paolo Yupin fu M.  Li We-Kuang, consacrato a Nanjing il 15 novembre 1959,  il quale fece parlare di sé per il ruolo che  ebbe nel fomentare la propaganda per l'espulsione di Mons. Riberi.  Il secondo vescovo illegittimo fu Mons. Giuseppe Chien Hui Min, il quale implorò ed ottenne il riconoscimento dal Santo Padre.
 
 Nel 1993 fu eletto  e  consacrato illegittimamente il 7 dicembre 1993 vescovo di Nanjing, mons. Giuseppe  Liu Yuanren.  La VI Assemblea dei Rappresentanti Cattolici, 281 Vescovi, Sacerdoti e Cattolici, per acclamazione elessero mons. Liu Yuanren, Presidente della “ cosiddetta Conferenza Episcopale Cinese”, cioè il  Collegio dei Vescovi Cinesi.lago
 
 
 

 

Archivio blog

Vescovi viventi   (92)


Vescovi defunti   (72)


Interviste   (4)


Elenco Vescovi cinesi   (1)


Diocesi vacanti   (0)


Lettere pastorali   (1)


Omelie   (0)


Discorsi   (0)


Fatti particolari   (5)


Figure particolari di Vescovi   (0)


Parole di Papa Francesco di vescovi cinesi   (0)


Lettera di Papa Benedetto XVI alla Chiesa in Cina   (0)


Notizie di attualità   (0)


Altri elenchi   (0)


I santi martiri della Chiesa in Cina   (1)


Padre Matteo Ricci   (0)


Riflessioni   (3)


Storia dell'Evangelizzazione in Cina   (3)


Notizie della vita delle comunità cattoliche   (0)